Ottimo 3° posto per la 500 EcoAbarth a metano di ecomotori

Con cinque concorrenti racchiusi in meno di due secondi e grazie ai continui colpi di scena che le dieci prove speciali hanno riservato, l'Hi-teck EcoMobility rally di Grecia verrà ricordato come una delle gare più interessanti della Coppa Fia Energie Alternative 2015. La tensione per la gara che avrebbe assegnato il titolo iridato si è stemperata solo nel tardo pomeriggio di domenica nella splendida cornice di Piazza Syntagma nel cuore della capitale greca.

 

La vittoria del prestigioso titolo è andata alla coppia polacco-francese composta da Arthur Prusak e Terry Benchetrit (Toyota Prius) che ha vinto la gara lasciandosi alle spalle i bulgari Kalin Dedikov-George Pavlov (Great Wall) e la Cinquecento EcoAbarth dell'Ecomotori Racing Team con impianto a metano Bigas-Cavagna. Per il team italiano si tratta del quinto podio nelle sei gare effettuate e sia il pilota Nicola Ventura che il copilota Guido Guerrini saliranno nel podio della Coppa Fia Energie Alternative rispettivamente al terzo e secondo posto.

Nella conferenza stampa di fine gara svoltasi presso l'Amalia Hotel di Atene, Nicola Ventura ha manifestato la massima soddisfazione per una stagione esaltante. "Un team tutto nuovo che vince due gare, conquista cinque podii e lotta per il titolo mondiale fino all'ultima prova speciale dell'ultima gara non può che rendermi soddisfatto" racconta il pilota lombardo che coglie l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alle soddisfazioni di questa splendida annata citando la moglie Monica, i collaboratori Isabelle ed Emanuele e le aziende Bigas e Cavagna partners indispensabili di questo progetto.

Per Guerrini la gara di Atene rappresenta la conquista di un curioso record che lo vede unico nella storia della Coppa Fia riuscire a salire sul podio delle classifiche mondiali sia piloti (2011-12-13-14) che navigatori (2015).

"E pensare che questo campionato lo dovevamo fare solo per testare e sviluppare il progetto "Green Box", ma poi gara dopo gara abbiamo compreso che anche qualche soddisfazione sportiva poteva essere alla nostra portata" sono le parole di Guido Guerrini che conclude la conferenza stampa ricordando anche "che la vittoria ad Atene (e quindi del mondiale, ndr) era ad appena un secondo dal nostro risultato. Ci consoliamo con il primo posto al Rally di Montecarlo dello scorso marzo con un lotto di ottanta avversari, risultato da molti considerato un traguardo davvero difficile e che da solo può valere quanto un titolo mondiale". 

 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.